.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

venerdì 11 febbraio 2011

Obama: "Oggi l'egitto ha fatto la storia!


In piazza più di 18 ore al Cairo, oggi è continuata la rivolta fino a quando la televisione di stato egiziana ha interrotto la sua programmazione per trasmettere un annuncio storico. Attraverso la voce del suo vice-presidente, Omar Suleiman, l'annuncio del "rais" alla nazione, dicendo che ha rinunciato al suo mandato. "Porre immediatamente in Tahrir "Liberazione" il Cairo" è diventato il motto di protesta contro il regime dal 25 gennaio.
Nel primo pomeriggio, il National Democratic Party (NDP), la politica di formazione del presidente, ha annunciato che Mubarak e la sua famiglia hanno lasciato il Cairo per unirsi al resort di Sharm el-Sheikh, dove hanno una villa di loro proprietà. Ci sono voluti 18 giorni e una mobilitazione senza precedenti per il vecchio "Rais", 82 anni, il quale si è rassegnato a lasciare andare le redini del paese. Dal 25 gennaio, centinaia di migliaia di persone sono scese nelle strade del Cairo per protestare contro le loro condizioni di vita e di chiedere le dimissioni del presidente Mubarak. Il 31 gennaio il capo dello Stato aveva tentato di placare il malcontento popolare per le riforme promesse. Si nomina anche un nuovo primo ministro, il generale Ahmed Shafik, e un vicepresidente, il generale Omar Suleiman.
Ma queste misure non erano e non sono conformi alla strada. Il giorno dopo, oltre un milione di persone in fila per le strade della capitale egiziana. La sera Hosni Mubarak ha annunciato che non parteciperà alle prossime elezioni presidenziali previste per il settembre 2011, ma rimarrà in carica fino alla scadenza. E oggi la svolta. A quanto appreso dalle fonti americane e dal presidente Obama: "Oggi l'egitto ha fatto la storia!.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità