.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

domenica 6 giugno 2010

La moneta complementare: strumento per affrontare la crisi economica

La moneta complementare è una moneta il cui utilizzo non esclude l'utilizzo di un'altra moneta (solitamente legale) in una data comunità. Essa può essere legalmente riconosciuta o meno ed essere utilizzata in territori più o meno vasti e più o meno coincidenti con il territorio coperto dall'altra moneta. La moneta complementare come strumento per affrontare la crisi economica. La moneta complementare è uno strumento che si basa su un'economia solidale e sulla fiducia verso gli altri attori della comunità locale o rete che ne riconoscono il valore.

Moneta complementare: perchè utilizzarla
Uno degli agenti fondamentali di una economia sana ed equilibrata è il mercato del credito. Ma per chiedere con serietà un credito, se si pensa di pagare gli interessi occorre prevedere realisticamente una crescita. E in un periodo di recessione, di crescita negativa e mercato del credito paralizzato, e di fronte alla crisi che sembra avanzare inarrestabile, una abbondante dose di sano ottimismo aiuta certamente, ma non può essere sufficiente. L'economia non è fatta solo di aridi numeri, ma soprattutto di relazioni personali, di capacità professionali, di capacità di fronte alle difficoltà, di ingegno, di fantasia, di know how, di aiuto reciproco, di capacità di sacrificio. Tutte doti di cui la piccola e media impresa italiana spesso è dotata in abbondanza, e che non sono voci quantificabili e quantificate in bilancio. In questo momento di grande confusione, una cosa purtroppo appare chiara: i presunti esperti di economia non posseggono più le coordinate adeguate per comprendere e spiegare l'attuale fase economica. Non riescono nemmeno a mettersi d'accordo sulla presunta fine del capitalismo. E continuano a sbagliare clamorosamente le previsioni sulla presunta fine di questa crisi. Avevano detto che non era una crisi, ma solo una salutare correzione; poi hanno iniziato a dire che forse era una piccola crisi, come ce ne sono tante; poi hanno iniziato a dire che la crisi bancaria era preoccupante, ma i fondamenti dell'economia sono comunque sani. Poi hanno iniziato ad ammettere l'arrivo della recessione, prevedendo comunque un recupero tra breve. Poi il recupero doveva essere per la fine del 2008; poi per la primavera del 2009; poi per l'estate del 2009; poi per la fine del 2009. Infine erano sicuri del recupero nel 2010. Forse.
Moneta complementare: l'economia come serie di interazioni umane
Anzitutto occorre recuperare alcuni fondamentali leggi dell'economia, oggi troppo spesso dimenticate. In questi ultimi anni si è privilegiata una lettura dell'economia come una scienza strettamente legata a formule matematiche. Ma chi opera concretamente sul mercato sa bene quanto l'economia reale sia fatta soprattutto di persone e di rapporti umani. Occorre quindi ricollocare l'uomo ed il suo lavoro al centro dell'economia. Ripartendo da questo, occorre quindi ridefinire tutta la scala di valori dell'economia e dei principi che ruotano attorno ad essa. La crisi economica in corso pone dei seri limiti alla capacità di prevedere i futuri andamenti dell'economia utilizzando quegli stessi criteri di valutazione che non sono stati di aiuto nel prevedere questa crisi economica. Occorre quindi rivedere, senza pregiudizi e senza preclusioni, i criteri fondamentali di giudizio della dottrina economica, della dottrina monetaria e della finanza. Una tale rivoluzione culturale deve svolgersi e approfondirsi nel tempo, preparando anche una rivalutazione dei parametri del successo aziendale. Proprio in questa ottica, la nostra collaborazione vi aiuterà a valutare il caso concreto della vostra azienda e come poter utilizzare strumenti monetari, di marketing e di fidelizzazione alternativi come la Moneta Complementare.
Moneta complementare: diffusione
Ma cosa è la moneta complementare? Anche se la materia assai raramente conosciuta o studiata dagli esperti, il fenomeno delle monete complementari è diffuso nel mondo assai più di quanto non si creda. Esempi di economie in cui venissero utilizzati diversi sistemi monetari, complementari o alternativi, risalgono ai tempi in cui non si sapeva nemmeno cosa fosse l'economia. Perfino oggigiorno, gli esempi di monete complementari sono circa alcune centinaia in tutto il mondo. Uno dei casi pi eclatanti quello relativo al Wir, una sorta di moneta complementare utilizzata da tantissimi consumatori e accettata da oltre 70.000 imprese in Svizzera. Anche in Italia, pur nell'indifferenza dei media e degli economisti, vi sono stati esempi importantissimi, come il Simec, ed esempi discretamente diffusi, come il Progetto Scec di Napoli, un progetto inserito nel circuito nazionale di ArcipelagoScec. Del resto, che il sistema delle Monete Complementari sia un sistema efficace è confermato dal fatto che anche la Grande Distribuzione, con tutti i limiti del caso, di fatto utilizza occasionalmente forme particolari di Moneta Complementare. Ad esempio le raccolte punti sono una forma di moneta complementare.
Moneta complementare: benefici per gli esercizi commerciali
I principali benefici per gli esercizi commerciali nell'utilizzo di sistemi di Moneta Complementare consiste in: - fidelizzazione della clientela attuale; - recupero della clientela che sempre più si dirige verso la Grande Distribuzione Organizzata; - capacità di aggredire il mercato con una scontistica attraente, senza oneri per il venditore; - possibilità, a seconda dei casi, di risparmio fiscale. In un periodo in cui per le piccole e medie imprese vi sono grandi difficoltà a reperire la necessaria liquidità, il sistema della Moneta Complementare diviene un utile strumento per sostenere il proprio business. Un modo innovativo per affrontare con successo anche un periodo di grave crisi economica.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità