.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

lunedì 22 agosto 2011

Onorevole: tre parole sulla cultura e sul lavoro!


Cosa sento al bar di questi tempi, gli onorevoli? che vadano a lavorare e a sudare come fanno milioni di persone. I tagli andrebbero fatti, sulle spese militari, sulle armi, sugli sprechi clientelari, sui costi inutili politici, di consulenze e di appalti, subappalti, che fanno lievitare i costi a dismisura del lavoro e dei servizi, tagli su spese e sprechi di tanti dirigenti, di aziende di enti pubblici e privati, con stipendi d’oro, milionari. La gente lo sa. Poi, continuano, ci vorrebbe una vera lotta all’evasione fiscale, alla fuga illegale di ingenti capitali all’estero, andrebbe messo in atto una strategia seria su tutto il territorio nazionale, per combattere tutte le forme di illegalità, entrerebbero nelle casse dello stato, soldi per poter investire nella produzione di cultura e di lavoro per i giovani. Si fosse solo il lavoro e la cultura? Qualcuno ha detto che con la cultura non si mangia, io invece dico, che il miglior investimento per una società, per il proprio paese, per il proprio futuro, è nella cultura, nella scuola, nella formazione, nel sapere, nella ricerca. Bologna con la sua dotta e grassa ce lo insegna. Per quanto riguarda gli insegnanti di ogni ordine e grado, vanno rispettati e garantiti meglio da chi ci governa, i precari invece di licenziarli, andrebbero gradualmente passati di ruolo, garantendo il buon funzionamento di tutta la scuola, che ce ne siano un numero sufficiente di quelli di sostegno, in classi disagiate, che le classi non siano super affollate, massimo venti studenti per classe, dicono dall'altro tavolino del bar. Poi si continua il chiacchericcio: Lasciatemi che dica alla casta di personaggi illustri con lo status "alto" che i precari sono la parte migliore della società, le parti peggiori sono altre, le mafie, le corruzioni, il malaffare, le falsità, le disonestà. Per gli insegnanti ci vogliono retribuzione più adeguate al loro impegno, va premiato il merito, programmi di lavoro su progetti obiettivi, premi di produttività, per chi si impegna di più e che si tiene aggiornato, chi mette in atto programmi per il diritto allo studio, che diano il massimo per promuovere la scuola, gli studenti, la formazione, il sapere , la cultura, l’istruzione, per far si che ci siano meno bocciati e meno abbandoni, con l’obiettivo di promuovere studenti con una preparazione sempre più elevata. I genitori degli studenti devono essere più protagonisti, all’ interno degli organi collegiali della scuola. Partecipare di più, portare le proprie idee, le proprie proposte, suggerimenti, per contribuire a migliorare la scuola, il mondo della cultura, instaurare un confronto costruttivo e propositivo, con gli insegnanti. Gli organi collegiali della scuola, è uno spazio democratico conquistato, bisogna utilizzarlo al meglio, oltre che essere un arricchimento culturale personale, contribuirebbe a dare una mano per migliorare la scuola, sicuramente sarebbe un bene per i figli.
Siate attivi, siate protagonisti del vostro futuro, adoperate tutti i mezzi democratici a disposizione, per far sentire la propria voce, le vostre idee, le vostre proposte, le vostre ragioni, dialogo e confronto costruttivo con tutti, in TV, radio, manifestazione pacifiche, stampa, internet, telefonini, dovete essere più impegnati all’interno del mondo della scuola, per costruire un futuro migliore, pieno di valori veri, di cultura, di sapere, di creatività, un mondo in cui finita la scuola, tutti possano avere un posto di lavoro dignitoso. Assieme alla società civile, alle associazioni di volontariato, diamoci con coraggio da fare, con più impegno, con più responsabilità, la ricchezza della democrazia è la partecipazione, per contribuire a costruire un istruzione all’altezza di una società complessa e moderna, promuovere il diritto allo studio e soprattutto che sia garantito a tutti i cittadini, promuovere la cultura, il sapere, la ricerca, in tutte le direzioni, battersi perchè ci siano meno tagli e più investimenti, in ogni settore in ogni luogo della nostra bella Italia, come punto robusto e sano riferimento abbiamo la nostra meravigliosa costituzione italiana, che è una delle migliori del mondo. Combatteremo per ridurre i costi della politica e dei politici occupando il parlamento: la nostra e la vostra casa, riprendiamocela con dentro i nostri diritti costituzionali. Noi la laurea ce la siamo sudata, vogliamo lavorare onestamente dimostrando che migliorare si può. A "loro" suda il portafoglio di soldoni che non usano, perchè pieni di privilegi gratuiti su ogni servizio. Ancora studiamo per seguire percorsi che non portano da nessuna parte. Reagiremo a questo virus di corruzione legalizzata succhiasangue che disarmonizza il carattere ancora per poco calmo di ogni cittadino onesto, nella nostra società. Alzo la mano per ordinare un altro aperitivo e dico: meglio parlare di musica poichè in molti voterebbero per il golpe.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità