.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

mercoledì 5 maggio 2010

Matematica e statistica per concorso 3

SE SI E' SCELTO UN LIVELLO DI SIGNIFICATIVITA' DEL 5 PER CENTO, VUOL DIRE CHE: LA PROBABILITA' DI UNA DECISIONE CORRETTA E' DEL 95 PER CENTO

SE SI SOSTITUISCE UN NUMERO REALE X CON UNA SUA APPROSSIMAZIONE, L'ERRORE ASSOLUTO E': IL VALORE ASSOLUTO DELLA DIFFERENZA FRA IL NUMERO X E LA SUA APPROSSIMAZIONE

SE SI SOSTITUISCE UN NUMERO REALE X CON UNA SUA APPROSSIMAZIONE, L'ERRORE RELATIVO E': IL RAPPORTO FRA L'ERRORE ASSOLUTO E IL VALORE ASSOLUTO DELL'APPROSSIMAZIONE

SE TRE NUMERI REALI DISTINTI HANNO LA MEDIA ARITMETICA UGUALE A ZERO, ALLORA: NON POSSONO ESSERE TUTTI E TRE POSITIVI OPPURE TUTTI E TRE NEGATIVI

SE UN EVENTO HA PROBABILITA' P DI VERIFICARSI, IL NUMERO DI VOLTE IN CUI L'EVENTO SI VERIFICA NELL'ESECUZIONE DI N PROVE INDIPENDENTI E' UNA VARIABILE CASUALE CON DISTRIBUZIONE: BINOMIALE

SE UN INSIEME X HA 10 ELEMENTI E UN INSIEME Y HA 4 ELEMENTI, IL NUMERO DI ELEMENTI DEL PRODOTTO CARTESIANO DI X PER Y E': 40

SE UN INSIEME Y E' CONTENUTO IN UN INSIEME X, L'INSIEME COMPLEMENTARE DI Y RISPETTO AD X CONTIENE: SOLO GLI ELEMENTI DI X CHE NON APPARTENGONO AD Y

SECONDO IL TEOREMA DEL LIMITE CENTRALE, QUAL E' LA DISTRIBUZIONE ALLA QUALE TENDE LA MEDIA DEI CAMPIONI, AL CRESCERE DELLE DIMENSIONI DEI CAMPIONI? LA DISTRIBUZIONE NORMALE O GAUSSIANA

SI DEFINISCE COMPLEMENTARE DELL'EVENTO A: L'EVENTO CHE SI VERIFICA QUANDO NON SI VERIFICA A

SI DEFINISCE INTERSEZIONE DI A E B QUELL'EVENTO C CHE SI VERIFICA: SE E SOLO SE SI VERIFICANO CONTEMPORANEAMENTE SIA A CHE B

SI EFFETTUANO MILLE LANCI INDIPENDENTI DI DUE MONETE NON TRUCCATE. IN BASE ALLA LEGGE EMPIRICA DEL CASO, QUANTE VOLTE CI SI PUO' ASPETTARE CHE ESCANO DUE TESTE? 250

SI LANCINO INDIPENDENTEMENTE DUE MONETE, TALI CHE LA PROBABILITA' DI OTTENERE TESTA E' UGUALE ALLA PROBABILITA' DI OTTENERE CROCE. QUALE E' LA PROBABILITA' DI AVERE DUE TESTE? 1/4

SIA X L'INSIEME COSTITUITO DAI SEGUENTI NUMERI NATURALI: 3,4,5. L'INSIEME X GODE DELLA SEGUENTE PROPRIETA': LA MEDIA ARITMETICA E' UGUALE ALLA MEDIANA

SIA X UNA VARIABILE CASUALE DISCRETA CHE ASSUME UN NUMERO FINITO DI VALORI. IL GRAFICO DELLA FUNZIONE DI RIPARTIZIONE DI X HA: UNA FORMA A GRADINI

UN DADO NON TRUCCATO VIENE LANCIATO DUE VOLTE. QUALE E' LA PROBABILITA' DI OTTENERE 4 NEL PRIMO LANCIO E 5 NEL SECONDO LANCIO? 1/36

UN ESEMPIO DI INDICE DI DISPERSIONE RELATIVO E': IL COEFFICIENTE DI VARIAZIONE

UN GIOCO SI DICE EQUO SE LA SPERANZA MATEMATICA DEL GUADAGNO ALEATORIO E': NULLA

UN INDICE DI VARIABILITA' DI UNA DISTRIBUZIONE E' NULLO SE E SOLO SE: LE MODALITA' DELLA DISTRIBUZIONE SONO TUTTE UGUALI TRA DI LORO

UNA CORRELAZIONE LINEARE FRA DUE VARIABILI X,Y SI DICE POSITIVA SE: Y TENDE A CRESCERE AL CRESCERE DI X

UNA CORRELAZIONE LINEARE TRA DUE VARIABILI X,Y SI DICE NEGATIVA O INVERSA SE: Y TENDE A DECRESCERE AL CRESCERE DI X

UNA DISTRIBUZIONE BIMODALE E' UNA DISTRIBUZIONE: CON DUE MODE

UNA EQUAZIONE DI SECONDO GRADO A COEFFICIENTI REALI AMMETTE DUE SOLUZIONI REALI DISTINTE SE E SOLO SE: IL DISCRIMINANTE E' MAGGIORE DI ZERO

UNA GRANDEZZA STATISTICA OTTENUTA DA UN CAMPIONE CON LO SCOPO DI STIMARE UN PARAMETRO DI UNA POPOLAZIONE E' CHIAMATA: STATISTICA CAMPIONARIA

UNA MISURA DELLA DIPENDENZA FRA DUE VARIABILI X,Y E' DATA: DAL COEFFICIENTE DI CORRELAZIONE

UNA STATISTICA CAMPIONARIA E' DETTA STIMATORE CORRETTO O NON DISTORTO SE: IL SUO VALORE MEDIO COINCIDE CON IL PARAMETRO DA STIMARE

UNA VARIABILE CASUALE DISCRETA CHE PUO' ASSUMERE N VALORI DISTINTI CON LA STESSA PROBABILITA' HA: UNA DISTRIBUZIONE UNIFORME

UNA VARIABILE CASUALE NORMALE E' RAPPRESENTATA TRAMITE UNA CURVA AVENTE LA FORMA DI: UNA CAMPANULA SIMMETRICA

UNA VARIABILE CASUALE NORMALE STANDARDIZZATA E' CARATTERIZZATA DA: MEDIA NULLA E VARIANZA UGUALE AD UNO

UNA VARIABILE CASUALE SI DICE CONTINUA SE: PUO' ASSUMERE TUTTI I VALORI REALI DI UN INTERVALLO

UNA VARIABILE CASUALE STANDARDIZZATA HA: LA VARIANZA UGUALE A UNO

UNA VARIABILE CASUALE STANDARDIZZATA HA: LA MEDIA UGUALE A ZERO

UNA VARIABILE CASUALE X VIENE DEFINITA DISCRETA SE E SOLO SE: L'INSIEME DEI VALORI CHE PUO' ASSUMERE E' FINITO O NUMERABILE

UN'URNA CONTIENE 3 PALLINE BIANCHE, 2 NERE E 5 ROSSE. IN UNA ESTRAZIONE CASUALE LA PROBABILITA' CHE LA PALLINA ESTRATTA SIA BIANCA OPPURE NERA E' PARI A: 1/2

UN'URNA CONTIENE 30 PALLINE NUMERATE DA 1 A 30. LA PROBABILITA' CHE IN UNA ESTRAZIONE CASUALE ESCA UN NUMERO MAGGIORE DI 20 E' UGUALE A: 1/3

UN'URNA CONTIENE I 90 NUMERI DEL GIOCO DELLA TOMBOLA. IN UNA ESTRAZIONE CASUALE LA PROBABILITA' DI ESTRARRE UN NUMERO MAGGIORE DI 80 E' UGUALE A: 1/9

UN'URNA CONTIENE IN TOTALE 30 PALLINE, DI CUI 20 SONO BIANCHE E 10 SONO NERE. IN UNA ESTRAZIONE CASUALE LA PROBABILITA' DI ESTRARRE UNA PALLINA BIANCA E': 2/3

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità