.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

mercoledì 22 agosto 2012

Elezioni Regionali Siciliane: al via la campagna elettorale.

Si apre di fatto la campagna elettorale per le prossime elezioni regionali, nell'isola siciliana, che si terranno il prossimo 28 e 29 Ottobre. Il funzionamento della legge elettorale siciliana prevede uno sbarramento del 5 per cento per tutte le liste. Questo è il principale problema di Futuro e Libertà, per esempio, ma anche dell’Italia dei Valori e di altri partiti “minori”. Da una parte andare da soli vuol dire esporsi al rischio di non eleggere nemmeno un deputato regionale, dall’altra gli eventuali accordi di coalizione prevederanno probabilmente la costruzione di “liste comuni” o liste civiche, così da unire gli sforzi e permettere alle formazioni politiche più piccole di arrivare in qualche modo allo sbarramento.
Così ci sono diverse le candidature e autocandidature per la corsa alla presidenza della Regione Siciliana. Ora mi chiedo sarà la cartina di tornasole molto prima delle elezioni politiche del 2013? E in anticipo sulla scadenza naturale dell’attuale legislatura? prevista ad aprile dell’anno prossimo?
Dopo le dimissioni del 31 luglio scorso di Raffaele Lombardo, in Sicilia si vota in anticipo. Lombardo ha dichiarato di essersi dimesso non solo per affrontare meglio le sue ardue vicende giudiziarie, ma anche per evitare che il voto regionale si tenesse in contemporanea con quello nazionale. A soli due mesi delle elezioni, non è ancora chiaro il quadro dei candidati né di chi sosterrà chi. Però c'è il centrodestra che in questo momento ruota attorno a Grande Sud, federazione nata dall’unione di Forza del Sud, Noi Sud – Libertà e autonomia e Io Sud. Il leader della federazione è Gianfranco Miccichè, ex Forza Italia, ha ritirato la sua candidatura a presidente della regione e si è dato anima e corpo al candidato Nello Musumeci, leader siciliano della Destra di Francesco Storace ed ex presidente della provincia di Catania. Il Pdl di “Angelino Alfano” (Silvio B.) ha dato il sostegno alla candidatura di Musumeci. La cosa però ha provocato malumori e dichiarazioni contrastanti dentro il partito di B. Poi c'è il centrosinistra, lì la situazione non è più definita e ci sono due candidati a dividersi spazi e attenzioni. Uno è l’europarlamentare Rosario Crocetta, sostenuto da PD e UdC. L’altro è Claudio Fava, giornalista, scrittore, ex europarlamentare, sostenuto da SeL. Crocetta, sindaco di Gela per il centrosinistra dal 2002, confermato alle elezioni del 2007, primo sindaco italiano dichiaratamente omosessuale, dopo un passato nei Comunisti italiani ha aderito al PD nel 2008 ed è stato eletto al Parlamento europeo nel 2009.  Crocetta ha dichiarato di voler aprire al centro la coalizione che lo sostiene e spera di ottenere il sostegno di API e FLI. Mentre il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo candida Giovanni Carlo Cancelleri, 38 anni, geometra e attivista. Futuro e Libertà ha presentato un proprio candidato, Fabio Granata, ma si trova in una situazione complicata. Avendo sostenuto Lombardo nella fase finale della scorsa legislatura, dovrebbe stare dalla parte di Musumeci: ma questo vuol dire stare dalla parte di Storace, leader del partito di Musumeci, e probabilmente anche dalla parte del PdL di Berlusconi e Alfano, e la cosa non viene considerata possibile.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità