.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

giovedì 24 gennaio 2013

Al voto il 24 e 25 Febbraio 2013: le Politiche 2013

Le elezioni politiche del 24 e 25 Febbraio 2013 si stanno avvicinando e i casini partitici aumentano tranne per alcuni bravi cittadini che guardano alla buona politica e al bene comune.

“Il caos liste, ammettono dal Pdl, ha lasciato un segno importante. E la sensazione a pelle, prima ancora che le rilevazioni percentuali, consegnano a via dell'Umiltà il quadro di un partito che ha alzato qualche punto per la prestazione Berlusconi da Santoro, ora ha perso punti percentuali a causa della rissa sulle candidature di “non eleggibili e non candidabili.” Nel partito di Silvio B. tra gli esclusi figuravano nomi come Mario Landolfi, Marco Milanese, Marcello Dell’Utri, Alfonso Papa e Nicola Cosentino. Gli accordi tra i partiti sono state dunque stipulate.

Gli italiani saranno chiamati alle urne per scegliere i deputati e i senatori che andranno a formare il nuovo Parlamento. Dopo la consegna delle liste, decisa dai partiti i giochi sono ormai fatti, a causa dell'attuale legge elettorale da cambiare a mio avviso, il così detto porcellum di Calderoli che attua le liste bloccate cioè di candidati scelti direttamente dai segretari dei partiti.

Ci sono sei schieramenti importanti in campo in queste politiche 2013: M5S, “Fermare il Declino”, il centodestra, la sinistra, il centrosinistra e il centro del Professor Mario Monti.


Il Movimento Cinque Stelle di Beppe Grillo con il suo attuale tour tsunami in giro per l'Italia e “Fare per Fermare il Declino” di Oscar Giannino correranno da soli.

“Il centrodestra propone come candidato premier Angelino Alfano, “grandissima novità” per il centrodestra; la coalizione di centrodestra è formata da Pdl, Lega Nord di Maroni, Fratelli d’Italia della Meloni-Crosetto e di La Russa e de “la Destra di Storace.”

“Per la sinistra, ha iniziato i giochi, con la lista Rivoluzione Civile il magistrato e giornalista Antonio Ingroia che gode dell’appoggio del Movimento Arancione del sindaco di Napoli De Magistris, dell’Italia dei Valori di Antonio Di Pietro, dei Verdi di Angelo Bonelli, del Partito della Rifondazione Comunista di Paolo Ferrero e del Partito dei Comunisti Italiani di Oliviero Diliberto. A guidare il centrosinistra è invece Pier Luigi Bersani. La sua coalizione è costituita dal PD, da Sinistra Ecologia Libertà di Nichi Vendola e dal Centro Democratico di Tabacci e Donadi.”

“Il candidato premier del centro è invece Mario Monti, con la lista “Scelta civica. Mario Monti per l’Italia”, sostenuto dall’Udc di Pierferdinando Casini, da Futuro e Libertà di Gianfranco Fini e da Italia Futura di Cordero di Montezemolo. Al Senato la lista avrà solo la dicitura “Con Monti per l’Italia”. Alla Camera dei Deputati le liste saranno tre e in coalizione fra loro.”

Buon voto a tutti.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità