.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

sabato 15 gennaio 2011

Il premier sotto accusa e le ragazze di Lele Mora


I problemi si accumulano per il nostro premier Silvio Berlusconi. In seguito alla cancellazione dell''immunità parlamentare, il cavaliere è oggetto di un'indagine da parte della giustizia della Repubblica Italiana in un caso di prostituzione di un minore, "Rubygate.
La giustizia italiana ha aperto un'inchiesta su Silvio Berlusconi per uno scandalo sessuale soprannominato "Rubygate", dove si sospetta il primo ministro di abuso d'ufficio e di prostituzione di un minore.
Berlusconi è sotto inchiesta per aver abusato la notte del 27 al 28 maggio 2010 della sua posizione di capo del governo, chiedendo alla polizia di Milano di rilasciare Ruby, una giovane marocchina minorenne, al momento, secondo l'agenzia Ansa, citando una dichiarazione dei pubblici ministeri.
Daniele Capezzone, portavoce del Popolo della Libertà (PDL), ha denunciato la "fuga di informazioni e di accuse inverosimili".
Secondo il sito web del Corriere della Sera, in primo luogo le informazioni multimediali, Berlusconi ha voluto "nascondere il fatto di essere stato un cliente di una prostituta in numerose serate di Arcore" " vuole in sostanza garantirsi l'impunità per questo crimine e prevenire i dettagli.
Il capo del governo Venerdì ha ricevuto un invito a comparire davanti al giudice, secondo l'Ansa, che non ha specificato la data della riunione.
Alcuni articoli di giornale hanno rivelato la vicenda nel mese di ottobre, descrivendo il festival che si tiene all'interno di questa struttura privata vicino a Milano alla presenza di giovani donne, avendo pagato 5.000 euro a sera.
Il fattore aggravante? I segnali indicanti che Berlusconi aveva chiamato la questura direttamente da Milano per ottenere il rilascio di Ruby. Questo scandalo soprannominato "Rubygate" ha avuto diversi giorni di risalto sulla stampa italiana.
Silvio Berlusconi ha sempre detto, come Ruby, che ha festeggiato il suo 18esimo compleanno, il 2 novembre, non ha mai avuto rapporti sessuali con la ragazza, il cui vero nome è Karima El Mahroug.
Secondo il Corriere della Sera, la polizia ha perquisito gli uffici di Milano vicino a Berlusconi implicati in questa vicenda, tra cui un consigliere regionale Pdl, Nicole Minetti, che ha personalmente sostenuto la giovane marocchina durante il suo arresto nel maggio 2010.
Gli uffici di Giuseppe Spinelli, i custodi di Silvio Berlusconi che gestisce una parte dei suoi beni, soprattutto di proprietà, sono stati perquisiti.
Alla fine di novembre, una ragazza chiamata Nadia Macri, 28 anni, aveva detto che i media hanno partecipato ad almeno tre party nella villa di Berlusconi in cui affermava: "c'erano tante ragazze," soprattutto "molte giovani ragazze", questi eventi ritenuti "del tutto infondate" dall'avvocato Nicolò Ghedini.
Nadia Macri ha descritto di essere stata avvicinata in strada da un uomo che "era la guardia del corpo principale Lele Mora" e gli avrebbe detto: "Conosco qualcuno che può cambiarti la vita .. . il Presidente del Consiglio.
Nadia Macri ha detto che stava dentro gli uffici di Lele Mora dove c'erano altre ragazze, tutte straniere e c'è stata a sua volta una selezione. Secondo il Corriere della Sera, Lele Mora è anche sotto inchiesta.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità