.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

sabato 5 luglio 2014

Dignità: "portare il pane a casa"

Papa Francesco in Molise per la quinta visita pastorale in Italia del suo pontificato, a due settimane da quella in Calabria e a quasi un anno da quella a Lampedusa per ricordare le migliaia di migranti morti in mare.

Al centro del viaggio in Molise, drammi sociali ed emergenza lavoro. Prima tappa a Campobasso, dove allo stadio Romagnoli lo attendono in trenta mila per la messa, poi il santuario di Castelpetroso e quindi Isernia per l'indizione dell'anno giubilare in memoria di Celestino V. In serata il rientro a Roma.

Papa Francesco afferma: sia lavoro, ma in rispetto umanità.

Il lavoro al centro della visita pastorale del Papa in Molise: “Oggi vorrei unire la mia voce a quella di lavoratori e imprenditori nel chiedere che possa attuarsi anche qui un “patto per il lavoro”, ha detto all'Università del Molise, “non portare il pane a casa toglie la dignità”.

Poi la riflessione sul rapporto tra vita, lavoro, libertà: “La domenica libera dal lavoro” afferma che “la priorità non è all'economico, ma all'umano. Forse è il momento di domandarci se lavorare la domenica è una vera libertà”.

Papa: disoccupazione è piaga umanità. Anche durante la messa della visita pastorale in Molise il Papa parla di lavoro e disoccupazione. Questa, dice, “è una piaga che richiede ogni sforzo e tanto coraggio da parte di tutti”.

Bergoglio invita tutti a “porre al centro” la dignità umana, per una sfida, quella del lavoro, che “interpella in modo particolare la responsabilità delle istituzioni, del mondo imprenditoriale e finanziario”.

Infine l'appello del santo padre a “uno sviluppo che sappia rispettare il creato”.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità