.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

mercoledì 22 luglio 2015

"Out in the streets we call them terrorists"

Oggi vi riporto una foto che ho scattato al centro di Bologna, in una strada secondaria per cui era facile mettersi li a scarabbocchiare i muri. Comunque l'occhio mi è caduto subito su questo murales e la frase che in esso viene riportato: "Out in the streets we call them terrorists" questo lo slogan dell'artista di strada, Red.

L'artista ha dimostrato una certa bravura nel riportare perfettamente i volti dei quattro leader politici di fama internazionale, da sinistra verso destra nella foto: Barack Obama, Francois Hollande, Angela Merkel e Vladimir Putin.

Cosa mai avrebbe spinto questo artista ad andare oltre l'arte di pitturare qualcosa? Forse c'è stata una certa forza mediatica con al centro il tema caldo della Grecia e il governo Tsipras che spinge qualcuno a dimostrare che l'Europa non è così tanto unita?
E che forse neanche l'asse occidentale dell'America con quella Russa ha la meglio?
E poi i colori, perchè ha spinto l'artista a interpretarli in quella maniena?
Il bavaglio racchiude in sè un forte simbolismo, soprattutto quegli sguardi noti.
E' una provocazione o dietro c'è qualcos'altro?

Io mi sono fermato a scattare questa foto perchè l'ho trovata interessante più che altro al livello artistico, e non giustifico il fatto che l'artista abbia commesso un reato. Anzi.
Oltre questo, se pur in un momento difficile, riesco a capire la capacità dell'artista di interpretare una certa forma di politica. Ma non la condivido.

Ahimè è così tanto difficile disegnare questo quadro direi mondiale, parlo della politica internazione, che forse Red è riuscito a mala pena a sfiorare lo schema.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità