.

.

© - Home ufficiale - Il Blog di Giacomo Palumbo

lunedì 14 febbraio 2011

Centinaia di migliaia di italiani in piazza contro Berlusconi


Centinaia di migliaia di italiani hanno presenziato in piazza domenica in tutto il paese per dire "basta" a Silvio Berlusconi, dicendo che la dignità delle donne è stata lesa dalla prostituzione nel caso Rubygate. Nella capitale specialmente in piazza del Popolo gli uomini quasi quante donne e molti bambini hanno manifestato in massa. Anche se nessuno sosterrebbe il grande numero della folla, alcuni hanno parlato di più di 100.000 persone in questo luogo iconico.
I manifestanti hanno cantato slogan come "Indignato! Siamo tutti schiavi delle tue condizioni vogliamo più rispetto per le donne, si è passato il limite dell'indecenza e del decoro" mentre molti cartelli sventolano cappellini rosa proclamando "Se non ora quando?". Molti partecipanti hanno confidato che era il loro primo evento.
La manifestazione è stata inoltre destinata a richiamare l'attenzione sulle difficoltà della donna italiana e reclamare il suo diritto al lavoro, di essere assistita (asili nido, a metà tempo, lavoro e incentivi alla maternità e alla crescita demografica sotto sutte le medie che graverà sul paese ecc...), quando diventa madre e non essere certamente discriminati. Gli organizzatori hanno annunciato "dichiarazioni pubbliche ufficiali e altre mobilitazioni" per il mese di marzo. Molti uomini hanno dichiarato di essere presente "in totale solidarietà a difesa delle nostre donne", per rifiutare una "cultura diffusa di questo genere" che rende le donne "oggetti di scambio sessuale" in televisione, nella pubblicità e nella politica. I messaggi come questi: "Non posso sopportare di vergognarmi del mio paese per un capo del governo che sa organizzare solo festini", sento ancora che le donne sono utilizzate per soddisfare questa gentaglia, ha detto il più applaudito nella piazza della città di Forlì.

Nessun commento:

Posta un commento

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità Impresa Edile e Stradale

Pubblicità